LOGO DI IT9TZZ

Radio Nacional Arcangel San Gabriel

RADIOASCOLTO
La mia esperienza con LRA36
In occasione del 40o anniversario dall'inizio delle trasmissioni celebrato il 20 ottobre 2019,  è tornata alla ribalta la stazione Radio Nacional Arcangel San Gabriel, un'emittente gestita dalla spedizione scientifica argentina nel territorio Antartico. Ho tentato, ma senza successo, di riascoltare questa stazione: negli orari indicati, pur impiegando un'antenna Beverage da 76 metri e il ricevitore del RTX, un Kenwood TS-440, si ascoltava soltanto il rumore della banda dei 19 m.
Sono andato a spulciare il mio archivio alla ricerca delle tracce che testimoniavano il mio rapporto radiantistico con questa emittente. Ho colto quindi l'occasione per sviscerare le dinamiche che fanno si che un ascolto diventi una ricezione a dir poco eccezionale e indimenticabile.
Per realizzare questa pagina mi sono servito del programma Geoclock con il quale ho potuto ricostruire le condizioni di illuminazione solare nei giorni indicati nei rapporti di ricezione. Inoltre, per la previsione della propagazione, ho collegato online il sito VOACAP (Fig. 6) che in tempo reale restituisce le condizione di collegamento tra due stazioni scelte dall'operatore. Per l'occasione ho simulato la trasmissione e la ricezione di un'antenna a tre elementi. Le previsioni non erano buone, forse qualcosa in più si poteva ricavare trasmettendo nelle ore notturne.
Ho avuto l'opportunità di ascoltare diverse volte la stazione in questione, ma solo in due occasioni ho potuto estrarre durante la ricezione i necessari dettagli per compilare un corretto ed esauriente rapporto di ricezione. Ma prima di esaminare i particolari, faccio il punto sullo scenario della situazione esaminando gli aspetti geografici, propagativi e tecnici dell'evento.
BASE ESPERANZA
SETTORE ANTARTICO ARGENTINO
FIG. 1
La figura 1 illustra la porzione del continente Antartico occupata dall'Argentina. La presenza umana in Antartide è regolata dal trattato specifico firmato a Washington il 1 dicembre 1959 con il quale i Paesi firmatari si impegnavano a non occuparlo militarmente, di svolgere ricerche scientifiche curando che l'ambiente non fosse contaminato dalla presenza umana, di non effettuare test nucleari.
La Regione Antartica Argentina si estende dal 25o al 74o meridiano ovest e dal 60o parallelo sud. Comprende la Terra del Fuoco e le Isole dell'Atlantico del Sud.
Quasi all'estremo nord della Penisola Antartica  si trova la base "Esperanza" dove ha sede la stazione Radio Nacional Arcangel San Gabriel, indicativo LRA36 con coordinate geografiche 63o e 24' di latitudine sud e 56o e 59' di longitudine ovest. A tutt'oggi è l'unica stazione broadcasting operante dall'Antartide.
Il trasmettitore in uso è un Collins HF 80 collegato a un'antenna rombica. La potenza di trasmissione è di 1,5 kW.
Nel settore antartico argentino operano diverse stazioni radioamatoriali (vedi QSL)  delle quali sono documentate da www.qrz.con  esclusivamente LU4ZS, LU1ZAB, LU1ZR, LU1ZA. Consultando il sito suindicato si potranno ricavare le informazioni specifiche.
Documenterò l'ascolto del 30 ottobre 1983, alle 2231 UTC. Allora abitavo, per motivi di lavoro, a Treviso,  città distante dalla stazione circa 13539 chilometri (Fig 2). Fu un ascolto eccezionale e memorabile perchè ebbi la fortuna di effettuare una registrazione della trasmissione che conservo  molto gelosamente e che in questa sede condivido. Una copia di quella registrazione (Ascolta) fu inviata anche alla stazione radio, insieme al rapporto d'ascolto redatto sulla base dei dettagli raccolti dal log di stazione (Fig. 3). Notare i valori del SINPO, certamente molto generosi, ma basati sull'oggettività del segnale ricevuto, seppur io stessi impiegando un sistema ricevente non proprio ottimale.


DISTANZA TREVISO-LRA36
FIG. 2
COPIA DELLE ANNOTAZIONI ESTRATTE DAL LOG DI STAZIONE

La buona qualità del segnale ricevuto mi permisero di raccogliere un cospicuo numero di dettagli relativi a canzoni delle quali conoscevo il titolo e il cantante.
LOG LRA361983
  FIG. 3
LE CONDIZIONI DI ASCOLTO
YAESU FRG-7FIG. 4 Nel 1983 abitavo a Treviso, al quarto piano di un condominio nel quale era impossibile accedere al lastrico solare per installare un'antenna. Mi accontentai di stendere un filo di rame a trecciola, del tipo per impianti elettrici civili, lungo tutto il balcone che collegava le varie stanze (circa 15 m). Per non urtare la suscettibilità e la curiosità dei condomini sistemai il filo, di colore marrone per mimetizzarlo con l'intonaco, aderente il muro, sotto il cornicione. Lo stesso filo giungeva al ricevitore, in sgabuzzino: la mia stazione radioricevente. Insomma un sistema, col senno del poi, indubbiamente non ortodosso. Il periodo propizio di buona propagazione e l'assenza dei disturbi del tipo che affliggono le radioricezioni al giorno d'oggi, compensavano ampiamente la precarietà del sistema di antenna.
Il ricevitore era uno Yaesu FRG-7 (Fig. 4) notoriamente poco sensibile e macchinoso nella manovra di sintonia. Però non storcevo il naso, abituato com'ero ad ascoltare con apparecchi a valvole casalinghi, dalla sintonia estremamente difficoltosa.
L'ANALISI PROPAGATIVA
  Per ovvi motivi, non sono in grado di certificare le condizioni della propagazione in quel periodo. La figura 2 mostra l'illuminazione del globo terrestre alle 2231 UTC del 30 ottobre 1983: quasi l'intera tratta tra LRA36 e la città di Treviso era al buio. C'è da notare che attorno a quella data nell'emisfero sud è primavera inoltrata e il Sole, a certe latitudini, non scende mai sotto l'orizzonte.
Invece, per la celebrazione del 40o anniversario la stazione ha trasmesso dalle 1200 alle 1315 UTC. La figura 5 mostra le condizioni di illuminazione completamente diverse da quelle della figura 2.
LRA 2019
FIG. 5
PROPAGAZIONE 20 OOTTOBRE 2019
FIG. 6 PREVISIONE PROPAGAZIONE 20 OTTOBRE 2019 
LA QSL DI CONFERMA DEL 1983
La stazione confermò il rapporto di ricezione con lettera personale, dai contenuti tecnici impeccabili (leggi pdf) e cartolina QSL-FOLDER molto dettagliata accludendo anche un opuscolo informativo dal quale ho desunto immagini e informazioni per  compilare questa pagina.
Per la trasmissione speciale del 20 ottobre la stazione ha inviato una QSL (vedi in calce) in formato elettronico: i tempi cambiano e le stazioni si adeguano.
LRA36 QSL 1 
  QSL LATO 1
LRA36 QSL 2  LRA36 QSL 3
QSL LATO 2 QSL LATO 3
LRA36 QSL 4
QSL LATO 4
LU1ZAB LU4ZS
LU1ZAB LU4ZS
LRA36 ATTUALE LRA36 QSL ATTUALE
LRA 36 IMMAGINE ATTUALE CON I CONTATTI LRA36 EQSL SPECIALE TRASMISSIONE 20 OTTOBRE 2019

CSS Valido! Valid XHTML 1.0 Transitional